Dettagli

Data Ora League Stagione
24 Febbraio 2018 18:00 Coppa Italia Coppa Italia 5

Ground

PALESTRA "La Bombonera" - Centro Sportivo Amico Charly

L'Amico Charly

La Tasca Pub

Anteprima

Sabato 24 febbraio ore 18,00

Joga Bonito- L’Amico Charly= 2-4 (non omologata per giocatori esterni)

“Ho scritto per ultimo questo resoconto di partita non perché lo snobbassi o non ci tenessi ma perché le cose a cui tieni di più sono sempre quelle a cui devi dedicare più tempo, il terzo posto di Coppa è un premio più che altro simbolico e dopo un paio di stagioni in cui era caduto in sordina quest’anno ho voluto e chiesto, a chi aveva perso la semifinale, se ci fossero le condizioni per organizzarlo nuovamente sia con i trofei adeguati al caso sia per gli orari. Devo dire che la giornata di venerdì è stata convulsa e piena di messaggi e telefonate fra me e Emmanuel Locatelli (Amico Charly) che nonostante il fatto di tenerci particolarmente (avendo dato certa la presenza, come del resto, fatto da Mazzoleni della Joga) si trovava in condizione di avere solo due persone disponibili. Fatto sta che non sapevamo cosa fare davvero e quando eravamo già dell’idea purtroppo di annullare tutto, ci sono venuti in soccorso i ragazzi “cugini” dell’Ichnusa che si sono offerti per dare una mano. E’ stato bello vedere che gente come Cattaneo e Borazio (che avevano avuto discussioni in passato) si sono trovati fianco a fianco per giocare insieme, “insieme” questo è quello che più conta perché lo stare insieme è lo scopo di questo campionato, poi è logico che tutti vogliamo vincere, ma  il bello della Soccer League non è il trofeo, il premio o l’albo d’oro… il bello è l’amicizia che si è venuta a creare fra i molti che hanno calcato e calcano i campi d’Imbersago e queste parole non sono mie ma di Dino Costanzo, uno che sull’albo d’oro c’è finito forse più di tutti. Alla fine il terzo posto va alla Joga che, giustamente, è arrivata in cinque contati e si è attenuta alle regole ma quello che più conta è che una difficoltà si è trasformata in una opportunità. Ciliegina sulla torta è stato il piccolo ma grande Bryan Cattaneo, figlio di Elvis, che ha incitato il papà ed i compagni come fosse lui il vero mister di gente che non aveva mai conosciuto, questo mi ha fatto capire ancora di più il vero significato dello “stare insieme”. Quindi il miglior mister di questa settima coppa Italia non poteva che andare che a Bryan che mi ha aiutato a premiare tutti i grandi ed alla fine si è tenuto stretto il suo trofeo per tutta la sera come fosse il bambino più felice del mondo.

Grazie Bryan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *